Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2008

Da quando ho cominciato a ragionare, ho avvertito un certo disagio a vivere nel mio Bel Paese sentendomi spesso inadeguata in una società in un certo senso capovolta ; il disagio è aumentato sempre più negli anni e la tentazione di isolarmi dal resto del mondo è molto forte. Per ora ho comunque l’ alibi di non poterlo fare per la presenza in famiglia di tre figli studenti, che mi rimproverano di aver trasmesso loro l’ importanza di sentirsi protagonisti e cittadini attivi per cui sarebbe un controsenso un mio disimpegno totale. Oportet guardare in ogni caso al futuro e la speranza c’è contro tutto e tutti, anche perchè leggendo nel passato si può affermare che i malesseri dell’ Italia seono endemici e spesso si sono levate voci impotanti dal mondo culturale per richiamare politica e società a comportamenti più adeguati alla dignità dell’ essere umano. Ma tant’è….Credo di essere arrivata nel mondo degli umani intrisa dei valori fondamentali di libertà e rispetto che, secondo me, trovano la loro applicazione politica nel liberalismo e sociale nel liberismo, due aspetti di un’ unica medaglia teorizzati efficacemente dagli economisti britannici della scuola classica come Smith, Ricardo e compagnia bella. Con una metafora diventata famosa e popolare, Smith auspicava uno Stato dalla mano invisibile, che vigilasse con discrezione affinchè fossero tutelati quei valori nell’ esercizio delle libertà individuali e collettive. Percepisco, però, in maniera sempre più insopportabile la presenza di uno Stato troppo invasivo e destabilizzante ; il mio disagio è grave anche perchè dai politici che, nonostante tante perplessità e proprio per esercitare un diritto-dovere, ho votato, mi sarei aspettato più coraggio a cambiare le cose che si possono cambiare e maggiore preparazione.Invece, pare vadano in ordine sparso. L’ ultima, la riflessione della ministra Gelmini sulla Scuola del Sud è proprio una insensatezza. Da sempre il meridione d’ Italia è stata una fucina di cultura e civiltà. Solo per citare qualcuno, Barlaam e Leonzio Pilato, due monaci di Seminara, in provincia di Reggio Calabria sono stati maestri di greco e latino di certi signori come Petrarca e Boccaccio e via via negli anni e nei secoli la storia del meridione è capace di insegnare a chiunque si interessi di cultura; da decenni e tuttora il Nord d’ Italia è disseminato di docenti meridionali. Con tutta la buona volontà non riesco proprio a capire il senso delle parole della ministra in questione. Che la scuola italiana faccia acqua da tutte le parti è un dato di fatto reale e incontrovertibile; che gli insegnanti spesso ignorano la disciplina che insegnano e altrettanto spesso non sono formati adeguatamente per trasmettere i saperi ai nostri figli è un altro dato di fatto reale e incontrovertibile. In proposito consiglio alla signora ministro di leggere con attenzione il testo ” Asini calzati e vestiti”, il cui autore, Roberto Alonge, che fa un’ analisi obiettiva e spietata della scuola italiana tutta, è Preside universitario in quel di Torino. Si fa per dire, naturalemnte……e invece no, si fa sul serio, perchè a questo punto il ministro dovrebbe prendere una decisione coraggiosa e , a mio avviso, l’ unica giusta in questo momento, e cioè chiudere la Scuola Pubblica di ogni ordine e grado e restituire alle famiglie le imposte che servono per mantenere un settore fatiscente e obsoleto in modo che si possa provvedere privatamente all’ istruzione dei propri membri.

Annunci

Read Full Post »

Se ognuno spazzasse davanti al proprio uscio tutte le strade sarebbero pulite.

” Famiglia” è entrata in casa mia sin dalla sua fondazione e mia madre le  è rimasta  sempre fedele abbonata. Tra le tante letture che mi hanno accompagnato nel mio vissuto, un ruolo importante certamente era rappresentato da  Il Giornalino dei Ragazzi e Famiglia Cristiana, rivista che ci contendavamo, mia sorella ed io,  per arrivare primi a leggere La pagina dei ragazzi e via via rubriche e servizi più o meno impegnativi, adeguati alle diverse età e ai diversi momenti della vita e  comunque interessanti e attuali. Ho un ricordo netto della rubrica di Zia Betta, che attraverso la buona cucina  teneva  raffinate ed eleganti lezioni di  educazione, stile e galateo. Impronta che caratterizzava  i toni della rivista, attenta, puntuale, spesso caustica e critica, e nel contempo  corretta e rispettosa dei valori propri della dignità umana,quali il rispetto della reciproca libertà  e la tutela della  democrazia.Con il passare del tempo, questa impostazione  si è perduta, non ho più trovato interesse per la lettura della rivista, e non ho condiviso una linea editoriale alquanto aggressiva e prepotente. Negli ultimi tempi  Famiglia è diventata il portabendiera del “NO” sempre, comunque e ad ogni costo. Un settimanale a larghissima diffusione come F.C. fa  in ogni caso opinione e dovrebbe stare molto attento a non distorcere la realtà , in quanto, così facendo concorre a manovrare  coscienze e cervelli, commettendo  un peccato grave ,giusto per restare nel linguaggio cristiano. A mio avviso, la rivista dovrebbe stimolare i politici  facendo emergere i bisogni prioritari e le esigenze più immediate. Denunziare, testimoniare, vigilare, anticipare, graffiare, senza però offendere e  istigare alla litigiosità e all’ odio personale. La linea editoriale attuale dovrebbe ispirarsi , dunque, proprio a Zia Betta e al suo stile ricercato e dignitoso.

Read Full Post »

Georgia-Russia, abbraccio sul podio
Georgia-Russia, abbraccio sul podio
Abbraccio sul podio di Pechino 2008 tra le atlete georgiana e russa. La politica prenda esempio.

Read Full Post »

Che i Signori Ministri come Meloni e Gasparri pensassero a fare seriamente il “gioco” politico piuttosto che proposte oscene agli sportivi. La scelta di svolgere queste Olimpiadi in Cina è stata di politica internazionale e in quell’ occasione si sarebbe dovuto discutere dell’ opportunità considerando la questione del riconoscimento e della tutela dei diritti umani. Ora, le indicazioni dei due autorevoli rappresentanti del Governo sono assolutamente fuori luogo e fuori tempo ; i nostri atleti devono essere circondati da un’ atmosfera serena in modo che possano esprimersi al meglio. I Ministri dovrebbero piuttosto prendere esempio dallo sport e regalarci anch’ essi emozioni sincere e partecipate in modo da farci appassionare all’agone politico del nostro Paese. A mio avviso sarebbero dovuti andare in Cina Berlusconi o Napolitano ad onorare lo sport come momento di elevata espressione di agonismo e competizione positiva. E sarebbero dovuti andare in compagnia delle rispettive consorti perchè è importantissimo il ruolo svolto dall’ immagine femminile accanto ai premier; noi abbiamo due belle e brave ” signore”, che preferiscono stare in disparte, contribuendo così a rendere la nostra politica ancora più pesante. In proposito ho apprezzato la scelta di Bush, che è andato, ha parlato in maniera dura in sede politica e poi ha accolto e salutato gli sportivi, americani e di tutto il mondo. Secondo me è proprio attraverso lo sport, e particolarmente le Olimpiadi, che si possono veicolare valori importanti e agevolare l’ integrazione tra popoli diversi.

Read Full Post »

//www.rositour.it/Italia/Veneto/Vicenza/Museo%20Civico_G.B.%20Tiepolo-Il%20tempo%20scopre%20la%20verit%C3%A0%20e%20fuga%20la%20menzogna.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori. Finalmente! Mi sento in dovere di ringraziare di cuore il Governo attuale, che sotto la guida di Berlusconi ha trovato finalmente il coraggio di dire la Verità sul suo operato e su quello di tutti i Governi che l’ hanno preceduto. Coprendo la Verità di Tiepolo, il Governo ha voluto dichiarare ufficialmente, non tanto e non solo come metafora, il comportamento del Popolo Eletto democraticamente, il quale, tradendo il mandato ricevuto, nel momento in cui copre la Verità, scopre se stesso, si denuda, elogia la menzogna e il falso. Si è trattato di un’azione disgustosa, che denota mancanza di rispetto verso tutti, nonchè grave offesa per l’ autore specialmente e più in generale verso tutta l’ arte, Siamo proprio ridicoli.Non sarebbe stato più facile sostituire o spostare il dipinto? e il Signor Sgarbi dove sta ? Si è gridato allo scandalo per uno scherzo innocuo alla Fontana di Trevi e poi si compiono questi scempi nel Palazzo. Sic transit gloria mundi !

Read Full Post »

Il sindaco di Capo d’ Orlando distrugge con la piccozza una targa commemorativa di Garibaldi. Notizia, questa, che guadagna molti titoli su testate nazionali, solo perchè è stata ripresa dal ” The Times” di Londra ,sul quale il corrispondente da Roma, Richard Own scrive un pezzo dal titolo “ Sicilian majior takes a hammer to Garibaldi the revolutionary hero”. All’ unanimità la stampa italiana descrive il gesto quale oltraggio al Risorgimento e all’ Unità d’ Italia. Sgombrando subito il campo da ogni eventuale equivoco, dico subito che approvo il gesto del sindaco Sindoni e propongo di eliminare dalla toponomastica dei luoghi dell’ Italia meridionale tutti i riferimenti a persone e fatti che enfatizzino l’ unificazione nazionale. (altro…)

Read Full Post »